STAR TREK FANS ITALIA

L'intramontabile universo fantascientifico di Star Trek  che ha avuto inizio nel 1966 con una serie televisiva omonima ideata da Gene Roddenberry, divenuta in seguito tra le più popolari nella storia della televisione

Star Trek narra delle vicende degli umani del futuro, appartenenti a una Federazione dei Pianeti Uniti che riunisce sotto un unico governo numerosi popoli di sistemi stellari diversi e delle loro avventure nell'esplorazione del cosmo "alla ricerca di nuove forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima".

Star Trek è la prima serie televisiva, ideata da Gene Roddenberry nel 1964 e prodotta a partire dal 1966. È l'opera prima con cui nasce l'universo fantascientifico di Star Trek. Esordì negli Stati Uniti, paese di produzione, l'8 settembre 1966 sul canale televisivo NBC.

Trasmessa per tre stagioni televisive successive, si concluse, dopo 79 episodi, il 3 giugno 1969. La serie non riscosse subito un grande successo di pubblico: solo in seguito, anche grazie alla passione dei fan, divenne un "cult" e un fenomeno di costume, oggetto del fandom più esteso a livello mondiale che si conosca.

In Italia viene indicata con Star Trek - La serie classica o Star Trek - La serie originale, oppure con la sigla ST:TOS o TOS (da Star Trek: The Original Series, il nome con cui viene indicata nei Paesi di lingua inglese sempre per distinguerla dalle altre opere con il medesimo.

Il capitano dell'Enterprise è James T. Kirk (interpretato da William Shatner), coadiuvato dall'ufficiale scientifico Spock, un extraterrestre proveniente dal pianeta Vulcano (interpretato da Leonard Nimoy) e dall'ufficiale medico, il dottor Leonard McCoy detto "Bones" (interpretato da DeForest Kelley). I tre, uniti da un forte legame di rispetto e amicizia, sono i personaggi chiave della serie, circondati da un equipaggio molto affiatato.

Nel 1986, vent'anni dopo la prima serie di Star Trek, Roddenberry decise che era il momento di riprovare a creare una serie che ne fosse il seguito, ambientandola però a distanza di 78 anni nel futuro e con personaggi completamente nuovi. Nacque così Star Trek: The Next Generation. Le avventure si sono sviluppate in 178 episodi per la televisione, per poi proseguire con quattro pellicole cinematografiche. Il successo della serie è stato talmente grande da creare una nuova generazione di appassionati, che hanno allargato la cerchia dei milioni di fan di Star Trek già sparsi in tutto il mondo.

Il Capitano è Jean-Luc Picard (interpretato da Patrick Stewart),meno impulsivo e propenso all'azione di Kirk. La sua componente avventurosa è rappresentata sopratutto dal suo secondo, il Comandante William Riker  (interpretato da Jonathan Frakes).

Il Consigliere del Capitano è Deanna Troi (Marina Sirtis). L'Ufficiale medico è Beverly Crusher (Gates McFadden). L'Ingegnere capo è Geordi La Forge (LeVar Burton). L'elemento "alieno" della nave è rappresentato dall'androide Data (Brent Spiner). Completa l'equipaggio il Tenente Worf (Michael Dorn).

Star Trek: Deep Space Nine (abbreviato in DS9) è la terza serie televisiva. Deep Space Nine è stata prodotta in sette stagioni.

Deep Space Nine è stata l'unica serie di Star Trek a essere ambientata non a bordo di un'astronave ma all'interno di una stazione spaziale situata nell'orbita del pianeta Bajor, ai turbolenti confini tra lo spazio della Federazione Unita dei Pianeti e quello dell'Unione Cardassiana. 

Il comandante della stazione è Benjamin Sisko ( Avery Brooks), trasferitosi su DS9 dopo la tragica morte della moglie avvenuta durante la Battaglia di Wolf 359. Promosso a capitano, avrà un ruolo chiave nellaGuerra del Dominio. Sisko vive sulla stazione spaziale col figlio Jake. 

Kira Nerys (Nana visitor), riveste l'incarico di primo ufficiale, in collegamento con Bajor, sulla stazione spaziale Deep Space Nine, con il grado di maggiore e successivamente di colonnello.

Odo è un mutaforma o cambiante (René Auberjonois) che vive a bordo della stazione spaziale Deep Space Nine dove svolge il ruolo di capo della sicurezza fin dai tempi dell'occupazione dei Cardassiani. 

Julian Bashir (Alexander Siddig), il giovane medico di bordo, innamorato del tenente Dax.

Jadzia Dax (Terry Farrell), è un trill, il cui simbionte era appartenuto a Curzon Dax, vecchio amico del comandante Sisko.

Miles O'Brien (Colm Meaney), personaggio già presente nella serie The Next Generation e il capo operazioni della stazione. Spesso si rivolgono a lui come "Capo" o "Capo O'Brien".

Quark (Armin Shimerman), è il proprietario di un locale sulla stazione, è un Ferengi avido e disonesto.

Worf, interpretato da Michael Dorn, un Klingon già presente in Star Trek: The Next Generation. È il primo Klingon a comparire come personaggio regolare in una serie di Star Trek ed è inoltre il personaggio che è apparso di più nelle serie di Star Trek.

Ezri Dax, interpretata da Nicole de Boer . È il nuovo ospite del simbionte Dax.

Star Trek: Voyager è la quarta serie televisiva live action. Narra le avventure dell'equipaggio dell'astronave della Federazione USS Voyager, perduta nel quarto e più remoto quadrante della galassia: il quadrante Delta.

L'astronave della Federazione USS Voyager viene inviata in missione alla cattura di un gruppo diMaquis, ribelli di confine che lottano contro i Cardassiani e non riconoscono i trattati di pace stipulati tra questi e la Federazione. Durante la missione, la Voyager viene trasportata nel quadrante Delta della Galassia, a più di 70.000 anni luce dalla Terra dal Custode, un'entità aliena che muore prima di poter rimandare la nave indietro; per sopravvivere, i due equipaggi, dei Maquis e della Flotta, che hanno subito gravi perdite, devono unirsi per affrontare il viaggio che si stima possa durare anche più di 70 anni.

Kathryn Janeway (Kate Mulgrew) è il capitano della nave, una donna dal carattere forte e autoritario, ma al contempo sensibile e protettiva (a volte addirittura "materna") nei riguardi dei suoi sottoposti. Sebbene si fossero già visti dei capitani donna in Star Trek, è la prima volta che questo accade nella nave protagonista della serie.

Suo primo ufficiale è Chakotay (Robert Beltran), un nativo americano, ex ufficiale della Flotta Stellare successivamente divenuto un capitano maquis, comandante della nave seguendo la quale la Voyager si trova perduta nel quadrante Delta.

Sette di Nove (Jeri Ryan), Terziario aggiunto dell'Unimatrice Zero Uno.

Capo della sicurezza è il Vulcaniano Tuvok (Tim Russ).

Il timoniere è Tom Paris (Robert Duncan McNeill), abile programmatore del ponte ologrammi, tra le lue creazioni una su tutte : Capitan Proton.

Ufficiale scientifico e addetto alle comunicazioni, è  Harry Kim (Garrett Wang)

Il capo ingegnere è B'Elanna Torres (Roxann Dawson), una donna con padre umano e madre Klingon.

L'"occhio alieno" della situazione è il MOE "medico olografico d'emergenza  si tratta del Dottore (Robert Picardo).

Originari del quadrante Delta sono il Talassiano Neelix (Ethan Phillips) e l'Ocampa Kes (Jennifer Lien).

Star Trek: Enterprise è la quinta serie televisiva di Star Trek, (la sesta, considerando anche la serie animata). 

Le vicende di Enterprise sono ambientate circa un secolo prima di quelle della serie classica, nel momento in cui l'umanità comincia ad esplorare lo spazio.

L'astronave al centro della serie è infatti l'Enterprise NX-01, la prima nave terrestre ad essere costruita al fine di esplorare lo spazioprofondo. Questo è reso possibile dal miglioramento del motore a curvatura, fino a raggiungere velocità di curvatura (warp) 5.

Il Capitano  è Jonathan Archer è interpretato dal celebre attore Scott Bakula che ha affermato di essersi ispirato soprattutto a Kirk.

Primo ufficiale della nave è la Vulcaniana T'Pol, (Jolene Blalock).

L'ingegnere capo Charles "Trip" Tucker III (Connor Trinneer), amico del capitano fin dall'accademia, è un genio dell'ingegneria spaziale.

Il Dottor Phlox (John Billingsley), medico dell'Enterprise, è un ricercatore medico denobulano.

Altri protagonisti sono il capo della sicurezza e dei sistemi tattici Malcolm Reed (Dominic Keating). L'ufficiale alle comunicazioni Hoshi Sato (Linda Park), linguista prodigio. Il guardiamarina Travis Mayweather (Anthony Montgomery), il timoniere, l'unico nato nello spazio.

Star Trek - La serie animata, o con gli acronimi ST:TAS e TAS (da Star Trek: The Animated Series, è una serie televisiva acartoni animati, realizzata dalla Filmation come seguito della prima serie televisiva di Star Trek.

È composta da 22 episodi trasmessi dal 1973 al 1974.

La serie narra dell'ultimo anno della missione quinquennale comandata dal capitano Kirk, quindi gli avvenimenti descritti si situano cronologicamente tra la serie classica e il primo film di Star Trek.

La Paramount, che si era fusa con la Desilu, rilevandone i diritti, dopo la fine della serie classica aveva deciso di produrre una nuova serie di Star Trek, ma, a causa degli elevati costi di produzione che comportava un telefilm di fantascienza all'epoca, preferì optare per una serie animata. Per espressa volontà di Gene Roddenberry, l'ideatore della serie originale, si doveva continuare a parlare di Kirk e del suo equipaggio, e così fu.

Tutto il cast originale fu impiegato per il doppiaggio, tranne Walter Koenig (Pavel Chekov) e Grace Lee Whitney (attendente del capitano, responsabile del teletrasporto, a volte nel doppiaggio italiano definita "tenente", Janice Rand, probabilmente per problemi di budget), che furono sostituiti rispettivamente dai tenenti Arex e M'Ress.

Star Trek: Phase II è una serie pianificata ma mai realizzata, basata sui personaggi di Star Trek. Sarebbe dovuta andare in onda a partire dalla primavera del 1978 ed avrebbe dovuto descrivere le nuove avventure della nave stellare Enterprise e del suo equipaggio nella sua seconda missione quinquennale, successiva alla fine della serie originale di Star Trek.

La serie avrebbe incluso gli attori William Shatner e DeForest Kelley nei loro ruoli di James T. Kirk e Leonard McCoy. Cospicua l'assenza diLeonard Nimoy, che declinò l'invito a tornare sul set a causa di obblighi a recitare Equus e di problemi con il marketing del personaggio diSpock, sebbene i primi script lo includessero.

Malgrado il completamento della maggior parte dei set, di svariati modellini televisivi in scala (compresa la nave Enterprise stessa) e di dodici sceneggiature complete, la serie fu cancellata in favore della produzione del film Star Trek: The Motion Picture, nel quale apparvero tutti i personaggi. I personaggi di Decker e Ilia ebbero ruoli principali nel film, mentre al tenente Xon (diventato Comandante Sonak) fu riservata una sorte diversa, apparendo solo per alcuni minuti e con poche battute prima di rimanere ucciso in un incidente col teletrasporto.

Star Trek: Discovery è la sesta serie televisiva, ideata da Bryan Fuller e Alex Kurtzman per CBS All Access

Ambientata dieci anni prima degli eventi della serie originale di Star Trek, Discovery segue le avventure della nave stellare USS Discovery nel suo viaggio attraverso lo spazio alla ricerca di nuovi mondi e nuove civiltà. Gretchen J. Berg e Aaron Harberts sono gli showrunner della serie, con il supporto di Akiva Goldsman.

Sonequa Martin-Green è la protagonista della serie nei panni di Michael Burnham, ufficiale a bordo della Discovery. La serie venne annunciata nel novembre 2015 come prima serie a essere prodotta in esclusiva per il servizio di video on demand CBS All Access. Eugene Roddenberry, figlio di Gene figura tra i produttori esecutivi. Nell'ottobre 2016 Fuller lasciò il ruolo di showrunner per via di difficoltà lavorative con la CBS, rimanendo come produttore esecutivo. Berg e Hartberts vennero nominati nuovi showrunner, continuando a sviluppare la mitologia e l'arco narrativo creato da Fuller.

La prima stagione di Star Trek: Discovery ha esordito il 24 settembre 2017 sulla CBS per poi spostarsi su CBS All Access. La serie è stata accolta positivamente dalla critica, che ha lodato in modo particolare l'interpretazione di Martin-Green, la caratterizzazione dei personaggi e l'aspetto visivo della serie.

Il 23 ottobre 2017 CBS ha ufficialmente annunciato il rinnovo della serie per una seconda stagione, dopo il riscontro positivo ottenuto in termini di aumento degli abbonati al servizio di streaming

                          Sono 13 le pellicole cinematografiche di Star Trek prodotte dal 1979 al 2016

  1979

Star Trek (Star Trek: The Motion Picture), spesso citato anche con il titolo di Star Trek - Il film per distinguerlo dalla prima serie televisiva del 1966 e dalla successiva a cartoni animati del 1973, che presentano il medesimo titolo.

Il film fu prodotto sulla scia dello straordinario successo riscosso dal film di fantascienza Guerre stellari (1977), annullando il progetto già in fase di realizzazione di una nuova serie televisiva, Star Trek: Phase II. La produzione di tale serie, che avrebbe dovuto costituire il seguito diretto della serie classica di Star Trek, fu abbandonata due settimane prima l'inizio delle riprese, facendo convergere molto di quanto era già stato realizzato nel film. 

Il film, prodotto da Gene Roddenberry, costò 35 milioni di dollari. Grazie agli ampi mezzi, il regista Robert Wise, veterano di Hollywood, puntò su effetti speciali ottici e spettacolarità da grande schermo, allontanandosi dalla più rudimentale estetica “fanta-pop” della serie televisiva in direzione di un racconto di più ampio respiro sulla fascinazione dell'ignoto.

Il cast comprende tutti gli interpreti principali della serie televisiva e introduce due personaggi che appariranno solo in questo film, il capitano Decker (Stephen Collins) e il tenente Ilia (Persis Khambatta), una conturbante aliena.

Candidato a 3 premi Oscar, il film vinse un Saturn Award per gli effetti speciali nel 1980 e un Video Premiere Award nel 2001, raccogliendo altre 15 candidature a premi vari.

  1982

Star Trek II - L'ira di Khan, diretto da Nicholas Meyer. Il secondo film derivato dalla serie televisiva Star Trek e fu girato sulla scia del successo del precedente film del 1979.

Il secondo film dopo il reboot della serie cinematografica di Star Trek, Into Darkness - Star Trek (2013) riutilizza diversi elementi del film, incluso il personaggio di Khan, ma con una trama sostanzialmente diversa.

Khan, l'antagonista eponimo, è un personaggio comparso in un episodio della serie televisiva, Spazio profondo di circa quindici anni prima ed è interpretato dallo stesso attore, Ricardo Montalbán.

Questo film, costato circa 11 milioni di dollari (meno di un terzo del precedente), ne ha incassati 97 al botteghino (oltre 14 solo nel weekend di apertura negli USA). A questi si sono sommati nel tempo 72 milioni di dollari per i noleggi nell'home video. Nel doppiaggio italiano Spock viene chiamato comandante anziché capitano, Uhura capitano anziché comandante (anche se solo una volta) e i phaser vengono chiamati fasatori.

  1984

Star Trek III - Alla ricerca di Spock, il terzo episodio cinematografico per la regia dell'indimenticato Leonard Nimoy.

È il primo film della serie ad essere stato diretto dall'attore Leonard Nimoy, che accettò la richiesta dei produttori di riprendere il suo ruolo di Spock a patto di poter dirigere la pellicola. Il film ha riscosso un buon successo commerciale, consentendo a Nimoy di tornare a dirigere il successivo capitolo Rotta verso la Terra.

Il film, costato 17 milioni di dollari, ne ha incassati 87 al botteghino (oltre 16 solo nel weekend di apertura negli USA). A questi si sono sommati nel tempo 48 milioni di dollari per i noleggi nell'home video.

La trama : 

La nave stellare USS Enterprise rientra al molo spaziale della Terra gravemente danneggiata dal recente scontro con il malefico Khan, che ha fallito il tentativo di distruggerla detonando un dispositivo per la terraformazione chiamato Genesis. L'esplosione prodotta dal Genesis però ha tramutato la nebula Mutara in un fertilissimo pianeta sulla cui superficie è stata spedita la bara contenente Spock, caduto durante lo scontro con Khan.

  1986

Star Trek IV - Rotta verso la Terra per la regia di Leonard Nimoy, che aveva diretto il precedente film e che appare anche in veste di attore interpretando il personaggio di Spock. È il quarto film di Star Trek, girato a vent'anni di distanza dalla prima serie televisiva. In questo film, ambientato nel XX secolo grazie a un viaggio indietro nel tempo, è centrale il tema della protezione delle specie in via d'estinzione e l'attenzione per l'ambiente, in accordo con le convinzioni dello stesso Nimoy, convinto ecologista.

Il film è costato 25 milioni di dollari e ne ha incassati 133 nelle sale (oltre 16 solo nel fine settimana di apertura negli USA). A questi si sono sommati nel tempo 98 milioni di dollari per i noleggi dell'home video.

Durante i titoli di apertura del film, appena prima dell'inizio della pellicola, appare una dedica scritta dalla produzione in memoria delle vittime del Challenger, lo Space Shuttle esploso durante la fase di decollo pochi mesi prima dell'uscita del film nelle sale cinematografiche. Il messaggio che appare è il seguente:

"Gli attori e la produzione di Star Trek desiderano dedicare questo film agli uomini e donne della nave spaziale Challenger i cui spiriti coraggiosi continueranno a vivere nel XXIII secolo ed oltre..."

  1989

Star Trek V - L'ultima frontiera diretto da William Shatner, che è anche l'interprete del capitano Kirk. Rappresenta il quinto film della serie cinematografica di Star Trek.

Dopo le due regie affidate a Leonard Nimoy, interprete del personaggio Spock, anche William Shatner riuscì con questo film ad ottenere la direzione di un capitolo cinematografico della serie, basato su un soggetto di sua produzione.

La pellicola vede il ritorno di Jerry Goldsmith come compositore, riportando così i temi originali del primo film.

In Italia il film non è mai stato distribuito nelle sale cinematografiche, ma direttamente nel mercato dell'home video, dato il non grande successo ottenuto ai botteghini americani.

La pellicola, costata circa 28 milioni di dollari, ebbe un incasso di 52 milioni di dollari negli Stati Uniti (dove fu al primo posto nelle classifiche al botteghino, con 17 milioni nel primo fine settimana del 9 giugno 1989) e di oltre 70 milioni di dollari in tutto il mondo, anche se riscosse un successo inferiore del precedente episodio filmico (oltre 100 milioni).

  1991

Star Trek VI - Rotta verso l'ignoto, per la regia di Nicholas Meyer, sesto film della serie cinematografica di Star Trek e l'ultimo con il cast originale al completo (che con il film successivo Generazioni lascia il testimone al cast della serie Star Trek: The Next Generation). Il film ebbe un costo di produzione di 27 milioni di dollari.

Il titolo originale The Undiscovered Country è ripreso dall'Amleto di William Shakespeare, atto III scena 1 (è il monologo che comincia con la celebre frase "Essere o non essere"); più in generale i dialoghi del film contengono numerose esplicite citazioni alle opere di Shakespeare, in particolare per la parte interpretata da Christopher Plummer (il generale Chang, che afferma di essere un grande estimatore del drammaturgo terrestre).

Star Trek VI - Rotta verso l'ignoto, a fronte di un costo di produzione di 27 milioni di dollari, ne ricavò al botteghino 96,9 (di cui quasi 75 solo negli Stati Uniti),a cui si sono aggiunti nel tempo altri 60 milioni di dollari per i noleggi nel circuito dell'home video.

  1994

Star Trek - Generazioni, diretto da David Carson. Rappresenta il settimo episodio cinematografico dedicato alla popolare saga di Star Trek. È l'unico film in cui coesistono i cast della prima serie televisiva (esclusi Leonard NimoyDeForest KelleyGeorge Takei e Nichelle Nichols) e della successiva serie Star Trek: The Next Generation.

Il film, prodotto ad un costo stimato di circa 35 milioni di dollari, ne guadagnò al botteghino 120 (di cui oltre 75 solo negli Stati Uniti, 23 nel fine settimana di apertura), a cui si sono aggiunti nel tempo altri 80 milioni di dollari per i noleggi nel circuito dell'home video.

Curiosità : In questa edizione ci sono alcune voci diverse rispetto alla serie tv The Next Generation, infatti Anna Rita Pasanisi che nella serie doppia Deanna Troi, in questo film doppia Guinan; nella serie Franca Lumachi doppia Guinan, mentre qui presta la voce a B'Etor. Anche la voce di Worf è differente: il doppiatore del film è Massimo Pizzirani al posto di Claudio Fattoretto (che tornerà nei film successivi), "titolare" della serie TV.

  1996

Star Trek - Primo contatto,  diretto da Jonathan Frakes. È l'ottavo episodio della serie cinematografica basata sulla serie tv Star Trek ed il secondo che ha come protagonista il cast della serie tv Star Trek: The Next Generation.

Il film segna l'ennesimo ritorno di Jerry Goldsmith (Star Trek: Il film e Star Trek V: L'ultima frontiera) nelle vesti di compositore. Si occuperà della colonna sonora anche nei due film successivi.

Il film, prodotto ad un costo stimato di circa 45 milioni di dollari (10 più del precedente), ne guadagnò al botteghino 150 (di cui oltre 30 solo nel fine settimana di apertura negli USA), a cui si sono aggiunti nel tempo altri 115 milioni di dollari per i noleggi nel circuito dell'home video.

Curiosità : Nel cast  appaiono Robert Picardo che riprende il suo ruolo di Medico Olografico di Emergenza della serie Star Trek: VoyagerEthan Phillips, l'attore che interpreta Neelix in Star Trek: Voyager, è il maître del locale da ballo nella scena del ponte ologrammi. Brannon Braga e Ronald D. Moore, i due sceneggiatori del film, appaiono come comparse nella scena del ponte ologrammi.

  1996

Star Trek - L'insurrezione, diretto da Jonathan Frakes. È il nono film di Star Trek.

Le riprese sono state effettuate dal 31 marzo 1998 al 2 luglio 1998. Gli esterni sono stati girati in varie località della California (USA): le scene al lago a Bishop; Data che entra nel lago presso il lago Convict, Mammoth Lakes Park; il set Ba'ku al lago Sherwood, Thousand Oaks; le scene sul fiume a San Gabriel Dam, San Gabriel Canyon, Angeles National Forest.

Per motivi promozionali era prevista una partecipazione di attori noti di vari paesi nel cast; ad esempio, durante i primi minuti di film è infatti possibile scorgere, nella base di ascolto federale/Son'A, Lorella Cuccarini, la cui parte doveva essere più consistente ma venne poi tagliata in post produzione.

Il film, prodotto ad un costo stimato di circa 58 milioni di dollari (13 più del precedente), ne guadagnò al botteghino 119 (di cui 22 solo nel fine settimana di apertura negli USA), a cui si sono aggiunti nel tempo altri 75 milioni di dollari per i noleggi nel circuito dell'home video.

2002

Star Trek - La nemesi, diretto da Stuart Baird. È la decima pellicola ispirata all'universo di Star Trekserie televisiva originariamente ideata da Gene Roddenberry negli anni sessanta. È il quarto e ultimo episodio filmico in cui compare il cast di personaggi della serie televisiva Star Trek: The Next Generation.

Nelle scene finali si può notare che la Enterprise viene riparata all'interno di una stazione orbitante sul Mediterraneo e si distingue chiaramente l'Italia meridionale.

Il film, prodotto ad un costo stimato di circa 60 milioni di dollari (2 più dell'episodio precedente), ne ricavò al botteghino appena 67 (circa la metà del precedente). Con un guadagno di soli 7 milioni di dollari, è stato il film di Star Trek che ha avuto minore successo al botteghino.

2009

Star Trek Il futuro ha inizio diretto da J. J. Abrams, è l'undicesima pellicola della serie cinematografica di Star Trek e il secondo per incassi al botteghino dopo il suo sequel Into Darkness - Star Trek.

Il film è un reboot della serie classica di Star Trek (1966-1969) e ha per tema le prime avventure dei personaggi della serie. Il riavvio della saga viene giustificato all'interno della storia con l'introduzione di una linea temporale alternativa: un universo parallelo che non modifica il continuum delle precedenti serie. Un anziano Spock (Leonard Nimoy) torna accidentalmente indietro nel tempo dopo essere stato risucchiato da un buco nero (singolarità quantistica creata dalla "Materia Rossa" usata dallo stesso nel tentativo di salvare il pianeta Romulus da un supernova), interferendo così con gli eventi.

Il film è stato distribuito in Italia dalla Universal Pictures l'8 maggio 2009. Si è aggiudicato il premio Oscar per la categoria "miglior trucco" e ha ricevuto altre tre candidature.

La pellicola è stata dedicata alla memoria di Gene Roddenberry, ideatore della serie di Star Trek, e di sua moglie Majel Barrett Roddenberry, scomparsa durante la lavorazione del film.

2013

Into Darkness - Star Trek o Star Trek Into Darkness è un film diretto da J. J. AbramsSeguito del film del 2009 che costituiva il reboot cinematografico della serie di Star Trek, è la dodicesima pellicola della serie e quella che ha riscosso i maggiori incassi. Inizialmente la Paramount Pictures aveva invitato il regista J. J. Abrams a riprendere il film direttamente in 3D ma lo stesso regista ha chiesto di poter girare con telecamere IMAX. È stato infine trovato un compromesso: per la prima volta nella storia del cinema, un film viene girato in IMAX e poi convertito in 3D in post produzione.

Costato 190 milioni di dollari,Into Darkness ha incassato 13,5 milioni di dollari al botteghino nei suoi primi giorni di proiezione negli Stati Uniti, meno dei 30,9 milioni del suo predecessore Star Trek del 2009. 

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 17 maggio 2013, in contemporanea con molti altri paesi nel mondo, mentre in Italia è stata distribuita il 12 giugno in 3D, mentre la versione in 2D è stata resa disponibile a partire dal 20 giugno.

L'attore Leonard Nimoy, storico interprete del vulcaniano Spock, ha un breve cameo nei panni di uno Spock anziano che comunica con il suo alter ego giovane

2016

Star Trek Beyond, un film diretto da Justin Lin. Nel settembre 2013 J. J. Abrams annuncia di non poter dirigere il film a causa del suo impegno nelle riprese de Star Wars: Il risveglio della Forza Nel maggio 2014 Roberto Orci viene considerato come possibile regista, ma nel dicembre successivo, lo stesso Orci conferma che sarà solo produttore della pellicola, e non avrà il ruolo di regista né sceneggiatore; allo stesso tempo viene pubblicata la short list dei registi candidati per il progetto, che comprende Edgar WrightRupert WyattMorten TyldumDaniel EspinosaJustin Lin e Duncan Jones. Nel tardo dicembre viene annunciato Justin Lin alla regia.

Le riprese del film sono iniziate il 25 giugno 2015 a Vancouver e successivamente si sono spostate a Squamish, nella Columbia Britannica, a causa dei ritardi dovuti alla sceneggiatura. Altre locations delle riprese sono state Seul e Dubai

Nell'agosto 2015 il compositore Michael Giacchino viene confermato alla colonna sonora del film, dopo aver scritto le soundtrack dei primi due capitoli. La canzone dei titoli di coda è Sledgehammer di Rihanna.

Fanno parte del cast Chris PineZachary QuintoSimon PeggKarl UrbanZoe SaldanaJohn Cho e Anton Yelchin, che riprendono i rispettivi ruoli dai precedenti film, ai quali si aggiungono Idris Elba e Sofia Boutella nei ruoli rispettivamente di Krall e di Jaylah.

Jean-Luc Picard è il personaggio che più di tutti potrebbe assurgere a guida morale dell’universo utopico concepito da Gene Roddenberry. Dopo i fasti della mitica Next Generation (1987-1994) e quattro lungometraggi cinematografici, l’avventura del leggendario capitano sembrava ormai volgere al termine. Nel 2002 il sonoro flop di Nemesis segnava l’effettiva pietra tombale per Picard & co.  Dieci episodi costruiti intorno allo splendido ottantenne Patrick Stewart: Picard è il motore dell’azione e non poteva essere altrimenti. Si ha l’impressione che, forse ancora di più rispetto al passato, Jean-Luc sia l’alter-ego dell’attore britannico. Stewart siede al tavolo degli sceneggiatori, produce la serie, modella il personaggio e la narrazione chiaramente su se stesso e sulla propria visione del presente. 

Picard è un uomo diverso rispetto alla leggenda che avevamo imparato ad amare: il simbolo stesso della Federazione, quel magnifico individuo dai saldi valori morali, arranca deluso in un mondo che non riconosce più. La Flotta Stellare venne meno ai suoi principi quando anni prima sospese l’evacuazione del pianeta Romulus a causa di un attacco terroristico da parte dei sintetici. 

 Tutto il materiale presente in questo sito  ha uno scopo unicamente divulgativo ed amatoriale

 E' severamente vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti della struttura

del layout e della grafica del Sito Editor - Star Trek Fans  Italia

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now